Tempesta di neve e profumo di polpette – Ricette tra le pagine

Ricette tra le righe.jpg

Primo articolo della rubrica dedicata alle letture e ai piatti che queste mi hanno ispirato.
È la mia prima volta, sia come cuoca che come fotografa di piatti, quindi chiedo scusa per gli errori che potrei aver fatto.
Sicuramente è una rubrica che vorrò portare avanti con una certa costanza, amo sia leggere che mangiare e trovo divertente l’idea di abbinare una o più ricette ad un libro, ma bando alle ciance, iniziamo!

Ricette tra le pagine

Il primo libro di cui vi scriverò la ricetta tra poco è “Tempesta di neve e profumo di mandorle” di Camilla Läckberg, una raccolta di cinque racconti gialli ambientati in Svezia.
Potete leggere la recensione cliccando sul titolo del libro.

Il piatto che ho avuto la fortuna di poter cucinare è un classico della tradizione svedese e sto parlando delle “Polpette con purè” buone e saporite.
So che state fremendo per avere la ricetta, quindi procedo!

 

 


POLPETTE SVEDESI CON PURÈ DI PATATE

Ci stiamo accingendo a fare un Secondo Piatto adatto ai Carnivori.
Ricordo che la ricetta contiene derivati del latte.
Il tempo stimato di preparazione per polpette e purè è di un’oretta e mezza se siete delle persone che controllano ogni minuto la ricetta e perdete tempo a chiedere a voi stessi se le quantità ed i passaggi sono giusti.
Il tempo di cottura delle polpette è variabile, controllate la doratura in fase di frittura.

Tutte queste informazioni preliminari sono servite per capire se la ricetta può fare per voi, ora che avete deciso di sperimentare un bel piatto svedese senza chiedere aiuto ad Ikea munitevi di carta e penna e borsa di tela per la spesa.

Cosa vi serve per le polpette e per il purè?
Macellaio/Reparto macelleria
150 gr. di Manzo macinato
150 gr. di Vitello macinato
150 gr. di Salsiccia di maiale (io ho scelto una bella saporita)

Fornaio/Reparto Panetteria
– Pane bianco in cassetta
– Pizzette rosse (no, queste non servono per la ricetta, ma sono un piccolo premio per voi che vi state prodigando a cucinare qualcosa di diverso rispetto alla pasta col tonno in scatola! Bravi!)

Contadino/Reparto Ortofrutta
1 Cipolla
1 Patata
3 Patate (per il purè – con un totale di ben 4 patate!)
1 Uovo*
*(Se non avete un contadino di fiducia che ha la fattoria nelle vicinanze cercate di prendere SEMPRE uova italiane simbolo IT  provenienti da agricoltura biologica simbolo 0 o al massimo provenienti da allevamenti all’aperto simbolo 1 )
Altre informazioni utili riguardanti le uova –> Qui!

Pizzicagnolo/Reparto BancoFrigo
50 gr di panna da cucina
30 gr di burro (purè + qualche grammo in più per la frittura delle polpette)
30 gr di grana (purè)
Latte q.b. (Sia per le polpette che per il purè)
Nove moscata q.b. (Sia per le polpette che per il purè)

NDR Ho voluto specificare la spesa per il purè perché magari avete a disposizione la ricetta classica di vostra nonna o vostra madre che non è pari a nessun’altra, quindi sentitevi liberi di cucinare il purè come meglio volete! Ovviamente scriverò quello che ho fatto io, fidatevi è venuto molto buono!

Una volta arrivati a casa con la vostra sacca di tela bella piena chiudetevi in cucina, sistemate il piano di lavoro, mettete della buona musica e la ricetta sul tavolo, che non si sa mai.
Fatto? Bene, si inizia!
Vi consiglio di partire dalle patate, perché sia per le polpette che per il purè vi servono le patate lesse e lessatele tutte insieme se vi è possibile.

PROCEDIMENTO PER LE POLPETTE
– Prendete due fettine di pane bianco in cassetta e imbevetele con il latte, non troppo però, occhio!
– Sbucciate, tagliate e lessate una patata (salare l’acqua). Schiacciatela e lasciatela riposare.
– Sbucciate la cipolla, asciugatevi gli occhi, e stufatela in padella.
– Unite la carne di manzo, vitello e la salsiccia tutte precedentemente macinate (e per precedentemente intendo di chiedere al macellaio di farlo, tranne se non avete una macchina per la macinazione della carne in casa, allora potete farlo anche per conto vostro) La salsiccia l’ho privata del budello e l’ho aggiunta insieme al resto del composto carnivoro.
– Al macinato aggiungete il pane ammollato nel latte e mescolate.
– Al composto unite l’uovo e la panna e mescolate.
– Sempre allo stesso composto dovete aggiungere la cipolla, la patata, precedentemente lessata, e la noce moscata, quest’ultima solo se vi piace e nella quantità che preferite. Vi consiglio di non aggiungerla troppa perché bella saporita.

– Una volta ottenuto un composto omogeneo iniziate a comporre le polpette, grandi quanto una noce.

– Fate scaldare nella padella antiaderente una o più noci di burro (o olio – io le ho cotte nel burro, perché se le cose si devono fare, bisogna farle bene!)
– Quando sentite sfrigolare il burro adagiatevi le polpette e lasciatele friggere, controllandole e girandole.
– Sono pronte quando diventano belle dorate, quasi bruciacchiate.

PREPARAZIONE DEL PURÈ
– Sbucciate, tagliate e lessate 3 patate (salare l’acqua).
– Schiacciatele e aggiungete un po’ di noce moscata.
– In una pentolina mette a scaldare un po’ di latte.
– Mette il purè in un’altra pentola (e la pentola dentro un’altra pentola! Ah no, scusate!) 
– Accendete il fuoco e versate lentamente il latte nel composto di patate, fatelo un po’ per volta mentre continuate a girare con un mestolo in legno.
– Una volta che il composto vi pare vellutato e ben omogeneo spegnete la fiamma e aggiungete i 30 gr. di burro e il grana, continuando a girare.
– Servire caldo.

Finalmente il vostro piatto è finito e straordinariamente è venuto bello e anche molto buono! Accompagnate le polpette con il purè o una salsa ai mirtilli rossi, anche questa classica svedese e buon appetito!

IMG_0756.JPG

OPS!
Il macellaio vi ha dato troppa carne in più con la classica frase “Che faccio lascio?”
Il pane in cassetta ha ancora troppe fette?
Le uova. le patate ed il latte vi sono avanzate?
Tranquilli, ecco a voi qualche idea per spazzolarvi tutto prima delle feste imminenti!

IMG_0759.JPG
1° Idea: rifare le polpette ed il purè e condividerlo con amici e parenti.
2° Idea: cucinate un bel polpettone con patate che andrà in forno
3° Idea: cucinate una bella pasta e patate e provola con macinato saltato con mezza cipolla.
4° Idea: French toast salato o dolce
5° Idea: Pane e cioccolata + latte caldo con miele, cannella e cacao
6° Idea: Chiamate vostra nonna o vostra madre o una vostra amica e chiedete aiuto!
7° idea: Chiamate me, magari non verrà un piatto a cinque stelle, ma sicuramente quattro risate scappano.

IMG_0769.JPG

Spero che questa nuova rubrica sia stata di vostro gradimento, chiedo scusa per non aver messo nessuna foto dei procedimenti, ma ero troppo impegnata a fare tutto per benino, magari la prossima volta mi attrezzo!

Un abbraccio e buone feste!

ps. So che rubriche simili ci sono già in giro per il web, trovate anche dei bei libri che collegano romanzi con ricette, voglio solo dire che non voglio “rubare” l’idea a nessuno, anzi se conoscete qualcuno che propone una rubrica simile segnalatemelo così da poterlo citare!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...